Malditerra

“ L’assenza del colore, dice l’artista, è ritrovare il silenzio, la fonte e l’origine attraverso il segno semplice della matita e della gomma: la prima traccia, la seconda trasforma le impronte in un rallentamento del tempo della visione. L’opera, per essere vista e percepita, chiede un tempo diverso dal vedere/non vedere, dal ricordare/dimenticare offrendo allo spettatore la possibilità di ripercorrere il sentimento.”